Influenza stagionale – Partita la Campagna Vaccinazioni 2017-2018

L’influenza costituisce un importante problema di sanità pubblica a causa della sua elevata contagiosità e della variabilità antigenica dei virus.

La trasmissione interumana del virus dell’influenza può avvenire per via aerea, attraverso le gocce di saliva di chi tossisce o starnutisce, ma anche attraverso il contatto diretto con mani contaminate dalle secrezioni respiratorie.

Per prevenire o perlomeno limitare la diffusione dell’influenza è importante innanzitutto adottare buone misure di igiene e protezione individuale:

  • Lavaggio delle mani (in assenza di acqua, uso di gel alcolici)
  • Igiene respiratoria (coprire bocca e naso quando si starnutisce o tossisce, trattare i fazzoletti          e lavarsi le mani)
  • Isolamento volontario a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili, specie in fase            iniziale
  • Uso di mascherine da parte delle persone con sintomatologia influenzale quando si trovano          in ambienti sanitari (ospedali).

È quanto raccomanda il Ministero della Salute nella circolare “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2017-2018” del 31 luglio 2017, elaborata dalla Direzione generale della prevenzione sanitaria.

La Circolare sottolinea l’importanza della vaccinazione come mezzo sicuro ed efficace per contrastare la diffusione dell’influenza stagionale, soprattutto per i gruppi esposti a un rischio maggiore (soggetti di età pari o superiore ai 65 anni, pazienti a rischio, donne in gravidanza).

Il periodo destinato alla conduzione della campagna vaccinale in Italia, per la situazione climatica e per l’andamento temporale mostrato dalle epidemie influenzali, va da metà ottobre fino a fine dicembre 2017.

Questa la composizione del vaccino per l’emisfero settentrionale nella stagione 2017/2018 indicata dall’OMS:

– antigene analogo al ceppo A/Michigan/45/2015 (H1N1)pdm09
– antigene analogo al ceppo A/Hong Kong/4801/2014 (H3N2)
– antigene analogo al ceppo B/Brisbane/60/2008 (lineaggio B/Victoria)

Il vaccino contro l’influenza stagionale non ha controindicazioni, se non per gravi allergie in fase acuta. La protezione indotta dal vaccino comincia due settimane dopo l’inoculazione e perdura per un periodo di sei/otto mesi, dopo i quali tende a declinare.

Per ulteriori approfondimenti, consulta la circolare “Prevenzione e controllo dell’influenza: raccomandazioni per la stagione 2017-2018

 

Fonte: http://www.salute.gov.it/portale/influenza/homeInfluenza.jsp