Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP)


Come stabilito dal Decreto Legislativo 81/2008all’interno di un’azienda è necessaria la presenza di un Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione (RSPP).

Questa figura, nominata dal Datore di Lavoro, deve possedere capacità e requisiti adeguati alla natura dei rischi presenti sul luogo di lavoro, per assumersi e dimostrare di avere quelle responsabilità che gli permettono di organizzare e gestire tutto il sistema riguardante la prevenzione e la protezione dai rischi.

In alcune aziende, a seconda delle dimensioni o della tipologia, il RSPP può essere affiancato da altri soggetti: gli Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione (ASPP). Gli ASPP devono avere competenze tecniche specifiche per poter svolgere questo ruolo e aiutare il Responsabile nel coordinamento del servizio di prevenzione e protezione dei rischi.

La funzione di RSPP può essere esercitata anche dal Datore di Lavoro se si tratta di aziende:

  • artigiane o industriali, con un massimo di 30 lavoratori
  • agricole o zootecniche, che occupano fino a 10 dipendenti
  • ittiche, con un limite di 20 lavoratori
  • altri settori, fino a 200 dipendenti

In questi casi, il Datore di Lavoro può esercitare il ruolo di RSPP solo dopo aver frequentato uno specifico corso di formazione di 16-48 ore riguardante la sicurezza sui luoghi di lavoro, con l’impegno di aggiornamento periodico.

Il Datore di Lavoro, dopo averne constatato il possesso di specifiche capacità e requisiti professionali, può nominare come Responsabile del Servizio Prevenzione e Protezione anche un dipendente della sua azienda.  È consentita, inoltre, l’attribuzione dell’incarico ad un soggetto esterno all’azienda, anche in questo caso previo accertamento delle competenze tecniche e professionali richieste dalla legge sulla tutela della sicurezza.

Il RSPP deve aver frequentato dei corsi di formazione funzionali al ruolo da svolgere e deve essere in possesso di un attestato che dimostri di aver acquisito una specifica preparazione in materia di prevenzione e protezione dei rischi.

Una delle caratteristiche di maggior rilievo del RSPP è quella di essere un soggetto che esercita una funzione consultiva e propositiva. In particolare, rileva i fattori di rischio in collaborazione con il Datore di Lavoro ed il Medico Competente, determinando nello specifico i rischi presenti nell’ambiente lavorativo e nello svolgimento delle mansioni atte a causare un danno alla salute, conseguente da infortuni o malattie professionali, ed elabora il Documento di Valutazione dei Rischi (DVR), contenete le misure di sicurezza da applicare per la tutela dei lavoratori. Il RSPP, inoltre, presenta i piani formativi ed informativi per l’addestramento del personale.